fbpx
Connect with us

Fuel Garage

LA HONDA FLAT TRACK DI GALLON’S GARAGE RACCONTATA

La Flat track di Gallon’s Garage descritta e fotografata da Fuel magazine

La Honda Flat-track di Gallon’s garage raccontata bene necessita una introduzione all’argomento. Che la disciplina sia di tendenza è un dato di fatto al punto che, se appena pochi anni fa il flat-track veniva praticato da un ristretto manipolo di appassionati, oggi sembrano tutti affamati di terra battuta. C’è chi nell’ovale si cimenta con una vecchia enduro ribassata e modificata e chi invece va subito al sodo, optando per una moderna off-road “kittata” ad hoc. Sul tema anche le Case produttrici cominciano a metterci il naso. Fioccano poi i corsi, i trofei e le experience legati a questa adrenalinica disciplina.

Si corre e lo si fa senza spendere una fortuna, perché nella maggior parte dei casi lo scopo è quello di divertirsi. Un corso per apprendere i rudimenti della disciplina e poi via, la domenica, a consumare la suola dello stivale sinistro.

Davide Gallon customizzatore di Flat track

Lo sottoscriviamo: il mondo Special va di corsa, o almeno erano questi i propositi di Davide Gallon, l’autore di questa flat- track su base Honda XL500 R del 1982.

Davide, appassionato, collezionista e customizer per diletto (le Special che ha realizzato nel corso degli ultimi anni sono tutt’ora custodite gelosamente nel suo garage) ha intrapreso un percorso comune a molti fan del “traverso”.

“Tutto è cominciato con un assaggio nell’ovale, un paio di anni fa – ci racconta – è stato amore al primo traverso, così mi sono iscritto a un corso di quelli seri e mi sono ritrovato a noleggiare la moto in un paio di occasioni. Per questo – prosegue – qualche mese fa ho deciso di costruirmene una e ho recuperato una vecchia Honda monocilindrica, la base perfetta per cominciare”.

Gallon l’ha modificata troppo bene

Solo che Gallon l’ha modificata un po’ troppo bene, curando dettagli e finiture e adottando componentistica di un certo valore. Ma non solo: la scocca di questa flat firmata Gallon’s Garage (è questo il “sigillo” che applica sulle sue Special) è stata interamente verniciata dalla specialista Arianna Crippa di Airbrush Lake Design. 

Il serbatoio e il gruppo sella/codino (si tratta di un kit Redmax Speedshop) sono impreziositi da dettagli realizzati a mano. Insomma, sotto il profilo tecnico la 500 cc è pensata per correre, sì, ma alla prima (e più che probabile) scivolata sarebbe un vero peccato sciupare tanto lavoro.

HONDA FLAT TRACK DI GALLON’S

HONDA FLAT TRACK DI GALLON’S

“È troppo bella per rovinarla subito – afferma Gallon – ed è per questo che, per fare pratica, ho acquistato una sorta di “muletto”, una special pronta per la polvere dell’ovale, grezza e racing al punto giusto”. Lo ammettiamo, la storia della doppia moto ci diverte, e non poco, così decidiamo di fissare per immagini quella che ci sentiamo di definire una flat-track da passerella. questa Flat track è pronta per correre ma a suo agio anche sotto i riflettori. 

Le modifiche principali della Honda Flat-track di Gallon’s garage

Le modifiche principali includono l’avantreno completo di derivazione Ducati Monster (la forcella è stata irrigidita, adottando molle più rigide). L’ammortizzatore posteriore prelevato da una Suzuki Rgv Gamma 250 (anche in questo caso la molla è dedicata).

I cerchi a raggi da 19 pollici sono firmati Rexfelgen. Sono completati da pneumatici dedicati Maxxis. Scenografico e performante l’impianto di scarico in acciaio inox, realizzato artigianalmente dagli specialisti lombardi di Dbr Factory. Di più. Il disegno del collettore e la conformazione del terminale è studiato per favorire gli alti regimi.

Il vecchio “mono” è stato completamente revisionato: la trasmissione finale è stata allungata, adottando un kit corona/pignone differente rispetto all’originale. La moto è completata da un manubrio vintage dalla piega piuttosto accentuata. Osservando l’avantreno, si nota l’assenza del freno anteriore. Questa è una soluzione atipica ma dettata dalle “regole” della disciplina che impone un approccio alla guida tutt’altro che immediato. Quando ci si prende la mano però…

Redazione Fuel 

Photo Credit: Mattia Negrini

NEWSLETTER

NEWSLETTER



LIFE EDIZIONI SRL Via Matteotti, 13 20841 Carate Brianza (MB) P.I./C.F. 08492360964 | Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Monza, il 10/06/2019 N° AGCOM/ROC: 24245
Copyright © 2019 FUEL MAGAZINE.IT

Connect
NEWSLETTER

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE